info@studiobolis.it | +39 0341 369030
PORTALE CLIENTI: ACCEDI

Notizie e Novità

resta aggiornato

Utilizzo delle ritenute da parte di studi associati e società

Già da qualche anno a questa parte, grazie all’interpretazione estensiva proposta dall’Agenzia delle entrate attraverso la circolare n. 56/E/2009, le ritenute d’acconto subite da soggetti trasparenti (studi associati tra professionisti, società di persone) possono essere utilizzate, oltre che dai soci per abbattere propri debiti d’imposta, anche dalle stesse associazioni/società dalle quali dette ritenute provengono. Si tratta di un’apertura di grande importanza soprattutto per gli studi professionali dove il “monte ritenute” attribuito a ciascun associato si dimostra spesso molto superiore alle esigenze di compensazione di tale associato; al contrario, se tali eccedenze vengono restituite all’associazione professionale, questa le può utilizzare per effettuare propri versamenti (Iva, contributi dei dipendenti, etc.).

scarica la circolare